L’Olanda dice basta alla produzione di troie.

Diviel Boviel
Scritto da Diviel Boviel - 30.06.2021
Categoria:

Mark Rutte, il primo ministro olandese, ha dichiarato su TikTok che la competizione con i paesi dell’est è persa.

Una lotta davvero troppo dura, con competitor sempre più agguerriti che sfornano vagonate di troie all’avanguardia, ogni anno piu giovani e sottili e leggere, ora anche con riconoscimento dei dati biometrici e il 5G. I risultati semestrali sono incredibili, e per paesi come Ucraina e Moldavia che hanno fatto delle troie il loro prodotto di punta, rimangono un investimento su cui scommettere ancora più forte. All’Olanda non rimane che ritirarsi dal mercato, cercando di massimizzare il rendimento della produzione e vendita di marijuana. La ministra dell’agricoltura nonché vice primo ministro Carola Schouten si è detta molto amareggiata per questa decisione. Nonostante i suoi incessanti sforzi per incentivare le coltivazioni di droga, che grazie agli italiani rende ancora bene, dover cedere il passo a paesi tipo la Romania o l’Albania non è una strategia facile da accettare.

La Schouten ha rilasciato una breve dichiarazione al Parlamento Europeo, in seduta straordinaria per seguire la diretta su TikTok del premier Rutte: «Contiamo di riprendere la produzione di troie entro il 2024, in tempo per i primi viaggi con equipaggio umano su Marte. Desideriamo davvero che la prima troia spaziale sia una troia olandese. Per ora, però, fermiamo tutto. Si torna a ricerca e sviluppo, ricominceremo a progettare troie efficienti da capo, con l’obiettivo di rendere tutta la produzione a emissioni zero entro io 2026».

Ad oggi, comunque, l’Olanda ha interrotto la produzione. La promessa di una troia marziana, con una carbon footprint azzerata, rimane per ora una solo promessa. E Ucraina e Russia non staranno di certo a guardare.

Rispondi per le rime

Magari ti interessa:

Resta Aggiornatissimo

Ti mandiamo una mail ogni volta che pubblichiamo un nuovo articolo

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram