Olimpiadi Tokyo 2020, 2021, 2022, 2023, 2024, 2025: Rimandare i giochi come strategia pubblicitaria

Diviel Boviel
Scritto da Diviel Boviel - 01.07.2021
Categoria:

Sembra ormai certo che il Comitato si sia convinto a non far partire i giochi nemmeno quest’anno.

Dopo attenta analisi, è ormai evidente che per rientrare delle spese sostenute per preparare il paese del Sol Levante, non sia in effetti necessario ospitare la manifestazione. Gli esperti di marketing hanno sottolineato come, rimandando le Olimpiadi continuamente, se ne continui a parlare con una certa costanza. Questo interesse prolungato genera molti più incassi dalla pubblicità di quanti non se ne otterrebbero dai giochi veri e propri, che durano poco e che con la faccenda covid non è certo che saranno un successone.

Le aziende che decidono da decenni di sfruttare l’evento come vetrina mondiale per i propri marchi, nonostante l’audience enorme, hanno scoperto che articoli di giornale, siti web e social, continuano ad utilizzare immagini delle Olimpiadi del 2016 a Rio. Gli investimenti sostenuti cinque anni fa continuano a generare profitti, tanto che alcuni brand si sono fatti due conti: mostrare il proprio logo nei giochi di Tokyo significa investire di nuovo in un evento che ogni anno perde pubblico, che attira sempre meno gente. Prolungare l’attesa significa continuare a farsi pubblicità utilizzando soldi spesi per le ultime Olimpiadi.

Gli accordi tra gli sponsor e il governo giapponese e il Comitato potrebbero cambiare, i grandi marchi potrebbero, anziché spendere in una nuova campagna promozionale, decidere in qualche modo di spingere per un posticipo continuo dei giochi in cambio di una piccola quota, una frazione di quello che sarebbe necessario per un evento del genere. Il Giappone potrebbe lentamente rientrare delle spese fatte per ammodernamenti e ristrutturazioni in vista delle Olimpiadi, e tutti sarebbero contenti. Anche, supponiamo, gli eventuali spettatori, che soprattutto in Italia si sono un po’ stancati di vedere come i team più preparati siano quasi sempre parte delle forze dell’ordine, che all’italiano stanno sempre un po’ sullo stomaco.

Su questo punto, ufficialmente, il governo italiano non ha preso posizione, ma PD e M5s hanno più volte criticato l’Esercito, la Polizia e i Carabinieri. È possibile che, se gli italiani ne vedono qualcuno di meno, soprattutto in televisione, siano più contenti e facciano ripartire l’economia.

Rispondi per le rime

Magari ti interessa:

Resta Aggiornatissimo

Ti mandiamo una mail ogni volta che pubblichiamo un nuovo articolo

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram