Gli #hashtag sono certificati ISO9100

Diviel Boviel
Scritto da Diviel Boviel - 04.08.2021
Categoria:

Una ricerca dell’Università di Milano-Bicocca, pubblicata su Nature Linguistics, ha aperto la strada alla regolamentazione internazionale sull’utilizzo degli hashtag.

Lo studio, nato come analisi sociologica, aveva inizialmente rivelato che gli hashtag sono, nel 98% dei casi, lanciati da solamente quattro persone in tutto il mondo. I nomi dei colpevoli non sono ancora stati resi pubblici, le indagini degli inquirenti sono ancora in corso. Per il restante 2% sono tentativi non riusciti di lanciare una moda.

All’interno del 98% preso come campione ‘valido’ all’interno di Twitter, si scopre che almeno la metà sono usati a sproposito in contesti sbagliati o da persone che non ne hanno capito il significato, più dell’80% sono variazioni ridondanti sul tema (ad esempio #art e #arts usati nello stesso post), e che la quantità di hashtag usati è indirettamente proporzionale all’intelligenza di chi li usa. Usarne uno significa essere solo un po’ scemi, usarne più di cinque equivale ad essere deficienti, e usarne più di dieci è indice di appartenenza ad una specie diversa dall’uomo sapiens, una specie umanoide con capacità intellettive molto ridotte.

Il campione di post e hashtag preso per analizzare Instagram praticamente dimezza le soglie rispetto a twitter (ne bastano tre per essere dei completi idioti), mentre per quello che riguarda Facebook, usarne uno significherebbe che l’utente non ha capito nemmeno che piattaforma sta usando. È risaputo che gli utenti di Facebook e Instagram siano dei cretini, questo studio non porta niente di nuovo.

Ora, in base a questi dati, lo standard ISO9100 viene aggiornato in modo da includere le tabelle emerse dallo studio, rarificando la deficienza per chiunque ne usi più di uno. Un hashtag in un post sarebbe il limite per non essere stupidi. C’è però da sottolineare che lo standard prevede anche la frequenza con cui questi hashtag vengono utilizzati. Al massimo uno, come si è detto, per un singolo post, ma usare lo stesso hashtag o un hashtag diverso in un altro post durante lo stesso mese, equivale ad essere stupidi.

Rispondi per le rime

Magari ti interessa:

Resta Aggiornatissimo

Ti mandiamo una mail ogni volta che pubblichiamo un nuovo articolo

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram